Tommasina

image_pdf

Dose ricetta per 10 porzioni

Per la pasta

            250      g.         Farina semola Perciasacchi 

            250      g.         Farina tipo Maiorca 

            265      ml.       Acqua 

            10        g.         Sale fino 

            25        g.         Miele 

            75        g.         Strutto 

            15        g.         Lievito di birra 

Per la farcia

            300      g.         Salsiccia 

            150      g.         Ricotta 

            100      g.         Caciotta dolce 

            50        g.         Mostarda di mele cotogne 

            30        g.         Mandorle granella 

Per la finitura

             40         g           Sesamo

             50         g           Olio extravergine d’oliva

Procedimento

Per la pasta. Setacciate la farina su un piano da lavoro, formate la fontana e versate al centro il lievito sciolto nell’acqua; amalgamate alla farina con una forchetta parte del liquido, il sale e il miele e per ultimo lo strutto. Impastate fino ad ottenere un impasto elastico e omogeneo. Ponetelo in una ciotola unta di olio, coprite con pellicola per alimenti e fate lievitare fino al raddoppio del volume.

.

Per il ripieno. Eliminare il budello alla salsiccia e sbriciolarla.

In una padella con un filo d’olio    rosolare la salsiccia.

Metterla in una ciotola e lasciarla raffreddare.

Tagliare il formaggio e la mostarda  in cubetti piccoli e unirli alla salsiccia assieme alla ricotta e le mandorle in granella..

Per la finitura e cottura. Stendere la pasta  con  il matterello allo spessore di 4 mm.

Ricavare 10 strisce 12×20 cm.

Distribuire la farcia di salsiccia e formaggio in parti uguali e piegare la pasta su se stessa dalla parte più lunga.

Arrotolare a girella,sistemarli su una teglia oliata e lasciare lievitare per 30 minuti a 28°C.

Infornare a 200°C dopo averli lucidato con olio extra vergine d’oliva.

Curiosità. Specialità di Rosolini e Noto. Alla ricetta originale abbiamo aggiunto della mostarda di mele cotogne e granella di mandorle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.