Pizza fritta con ciliegino e mozzarella di bufala

image_pdf

Dose ricetta per 10 porzioni

 Per la pizza

            250      g.         Farina di grano duro Russello

            250      g.         Farina Maiorca

            50        g.         Olio extravergine d’oliva

            10        g.         Sale fino 

            25        g.         Miele 

            7          g.         Lievito di birra 

            350      ml.       Acqua 

Per il ciliegino

            400      g.         Ciliegino di Pachino 

            2          g.         Aglio 

            30        g.         Olio extravergine d’oliva

            1          g.         Basilico fresco 

            q.b.                  Sale e pepe 

Per la finitura

            450      g.         Mozzarella di bufala ragusana

            1          g.         Origano secco 

            q.b.                  Olio di semi di arachide per friggere

          40          g.         Basilico e olive nere

Procedimento

Per la pizza. Impastare tutti gli ingredienti, tranne il sale che viene aggiunto a metà lavorazione. Ottenuto un impasto fine e ben legato, metterlo in un contenitore oliato e pellicolare a contatto. Conservare in frigo per 24 ore. Trascorso il tempo indicato, rovesciare la pasta su un piano infarinato e formare delle palline regolari da 70 gr ciascuna. Quindi, lasciare lievitare per 30 minuti.

Per la salsa di ciliegino. Lavare e tagliare il ciliegino in quarti. In una casseruola versare l’olio e rosolare leggermente l’aglio tritato, aggiungere il ciliegino e lasciare cuocere per 5 minuti aggiustando di sale e pepe. Aggiungere il basilico a fine cottura.

Finitura e presentazione. Friggere le palline di pasta già lievitate in olio caldo a 175°C dopo averle forate con un forchetta,scolare e fare asciugare su un foglio di carta assorbente per alimenti. Servire le pizzette con la salsa di ciliegino calda, la mozzarella di bufala spezzata, il basilico e l’origano.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.