“Pasta chi taddi”

image_pdf

Dosi per 10 porzioni

Per la zuppa di tenerumi 

500      g.         Tenerumi

50        g.         Patate

50        g         Zucchina lunga

10        g.         Aglio

50        ml.       Olio extravergine d’oliva

200      g.         Pomodori a grappolo

2          dl.        Brodo vegetale

q.b.                  Sale e pepe

q.b.                  Peperoncino

Per la finitura

500      g.         Spaghetti

50        ml.       Olio extravergine d’oliva

200      g.         Ricotta infornata

Procedimento 

Per la zuppa di tenerumi. Lavare e pulite accuratamente i tenerumi. Mantenere solo le foglie morbide e le parti più tenere del fusto. In una pentola bollire dell’acqua salata e cuocere i tenerumi per 5 minuti. Scolare e raffreddare in acqua e ghiaccio, di modo che le foglie mantengano il loro colore verde. In una casseruola versare l’olio, rosolare l’aglio tritato, aggiungere il pomodoro spellato e la zucchina  tagliati a cubetti e le patate anch’esse tagliate a cubetti lasciando cuocere per 5 minuti. A questo punto aggiungere i tenerumi tritati, terminando la cottura per 8 minuti ancora.

Finitura e presentazione. Spezzettare gli spaghetti e metterli a cuocere nella zuppa di tenerumi. Appena cotta la pasta aggiungere sopra una grattugiata di ricotta.

Curiosità: I tenerumi, i taddi, sono diffusi in gran parte del territorio siracusano e palermitano. Essi non sono altro che le foglie e i germogli della pianta della zucchina lunga (cucuzza friscarella). Come suggerisce il loro stesso nome si tratta di un alimento tenero e dolce.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.