Zuppa di ricotta alla maggiorana con pane casereccio e olio alla cannella

image_pdf

Zuppa di ricotta alla maggiorana con pane casereccio e olio alla cannella

Dosi per 10 porzioni

 Per la zuppa di ricotta

 

1000    g.         Ricotta ovina

350      ml.       Acqua

  1. g          Maggiorana

q.b.                  Sale e pepe

Per l’olio alla cannella

100      ml.       Olio extravergine d’oliva

20        g.         Cannella stecche

Per la finitura

550      g.         Pane casereccio

25        ml.       Olio extravergine d’oliva

2          g.         Buccia di agrumi

 

Procedimento

Per l’olio alla cannella. In un barattolo di vetro mettere l’olio e la cannella a stecche, chiuderlo ermeticamente e metterlo a bagno in acqua calda a 65°C per 30 minuti mantenendo per tutto il tempo la stessa temperatura.

 

Per la zuppa di ricotta. In un pentolino bollire l’acqua, aggiungere le foglie di maggiorana e lasciare in infusione per 5 minuti. Togliere le foglie dall’acqua, aggiungere la ricotta, aggiustare di sale e pepe e frullare ad immersione ottenendo una crema liscia.

Finitura e presentazione. In una padella antiaderente tostare leggermente il pane, tagliato a cubetti, con l’olio rendendolo croccante e ben dorato. Per ultimo aggiungere la buccia di agrumi grattugiata.

Distribuire la crema di ricotta con sopra il pane, un filo d’olio alla cannella e alcune foglie di maggiorana.

 

Curiosità. Questa zuppa usavamo consumarla dopo la notte del 25 dicembre, alle 5 del mattino, dopo una lunga notte trascorsa a giocare a carte. Si andava in campagna dal pastore, muniti di un tegamino di vetro con del pane sminuzzato. Attendavamo la nostra razione di ricotta servita con abbondante siero, i cui effetti inevitabili si verificavano dopo un’ora appena. Abbiamo voluto riprenderla e servirla come primo piatto, evitando, naturalmente eventuali disordini intestinali!

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.